Scelta sbagliata sullo sviluppo della Meccatronica

L’idea di collegare formazione e impresa high tech implica una idea di sviluppo e una visione della città che avrebbe potuto rinnovare la sua vocazione industriale, rendendo Rovereto appetibile per l’insediamento di nuove realtà produttive all’avanguardia anche garantendo sul luogo la disponibilità di risorse giovani e con le competenze adeguate alle esigenze del mondo d’oggi.
Impedire lo spostamento dei poliformativi è indicativo di una insipienza progettuale, o peggio, di una chiara intenzione di sabotare lo sviluppo della Vallagarina. 
La delibera di Giunta provinciale n. 1177 del 16 luglio 2021 mette la parola fine a quella che poteva essere una filiera formativa e di sviluppo presente in altre città e che avrebbe reso Rovereto attrattivo.
Questa scelta è in contrasto con quanto richiesto dal mondo imprenditoriale in occasione delle audizioni in commissione speciale.
Non pare chiaro quale sia l’obiettivo di questa scelta e forse è la cosa più grave. 
Se si vuole amministrare e governare processi e territori, deve essere chiara la visione del futuro. 
In questo caso non è così e non è un semplice sgambetto politico, ma un danno per l’intero Trentino.

Paolo Barelli
FUTURA ROVERETO

ARTICOLI RECENTI

COMUNICATI

Archivio mensile

Teniamoci in contatto!

  1. Cosa facciamo
  2.  » 
  3. Ambiente e sviluppo sostenibile
  4.  » Futura Rovereto: dalla Giunta provinciale un danno a Rovereto.