La/il consigliera/e di parità diventa “Garante contro le discriminazioni sul lavoro”. Approvato l’emendamento di Ferrari e Zanella che lo parifica agli altri garanti.

Lug 13, 2021 | Comunicati, Consiglio provinciale, Lavoro, sviluppo e dignità, Nessuno resti indietro, News, Paolo Zanella, Visioni

La/il consigliera/e di parità sarà incardinata/o presso il Consiglio Provinciale e avrà ruolo di garanzia, con uno sportello gratuito per i cittadini e le cittadine che subiscono discriminazione di genere e mobbing sul posto di lavoro.

Oggi, durante i lavori per l’assestamento di bilancio, in Prima commissione è stato approvato un emendamento presentato dalla consigliera Sara Ferrari del PD e dal consigliere Paolo Zanella di Futura – condiviso con l’assessora Segnana – che prevede che la figura di consigliera/e di parità venga spostata collocazione attuale sotto la Provincia e incardinata in seno al Consiglio provinciale.

L’obiettivo è di riconoscere alla/al consigliera/e di parità un ruolo di garanzia terzo rispetto alla politica, al pari del Difensore civico, del Garante dei minori e di quello dei detenuti, a tutela della piena autonomia che il ruolo richiede.

La/il consigliera/e ha un compito di particolare importanza in questo momento, in cui soprattutto le donne hanno subito gravi conseguenze in termini occupazionali a causa della crisi e in cui emergono situazioni pesanti di mobbing, come quella denunciata da alcune ginecologhe del S. Chiara attraverso i propri avvocati, proprio al Consigliere di parità.

Quella approvata oggi, in sostanza, è una modifica tesa a rafforzare il ruolo della/del Consigliera/e di parità, ruolo fondamentale per la tutela delle donne sul lavoro e per il contrasto al mobbing.

Sara Ferrari
Paolo Zanella

ARTICOLI RECENTI

COMUNICATI

Archivio mensile

Teniamoci in contatto!

  1. Comunicati
  2.  » La/il consigliera/e di parità diventa “Garante contro le discriminazioni sul lavoro”. Approvato l’emendamento di Ferrari e Zanella che lo parifica agli altri garanti.