SICUREZZA E IMMIGRATI NELL’INDAGINE DELLA PROVINCIA: BINOMIO DISCRIMINATORIO

Apr 26, 2021 | Consiglio provinciale, Interrogazioni, La voce di Futura, Nessuno resti indietro, News

Futura presenta un’interrogazione in Consiglio provinciale: 

Premesso che:
l’Istituto di Statistica della Provincia Autonoma di Trento ha predisposto l’indagine “Condizioni di vita delle famiglie 2020”, a risposta obbligatoria;
tra le domande inerenti alle condizioni economiche e sociali delle famiglie, risalto viene dato al livello di sicurezza percepito e all’individuazione di alcune politiche da attivare per migliorare la sicurezza dei cittadini;
è noto che il trend dei crimini nella Provincia di Trento è in calo da anni come si evince anche dagli ultimi dati presentati a inizio aprile dalla Questura di Trento e l’insicurezza risulta molto più percepita che reale;
in una delle domande si chiede all’intervistato/a di esprimere un parere sulle misure per aumentare la sicurezza della zona di residenza. Tra le risposte compare “controllare di più gli immigrati”, con un’inferenza evidentemente discriminatoria che collega l’immigrazione all’insicurezza del territorio;
le persone immigrate che risiedono sul nostro territorio rappresentano ormai l’8,6% della popolazione. Molte sono perfettamente integrate, altre meno, anche a causa delle politiche di restrizione dei servizi dedicati all’inclusione operate da questa Giunta. “Controllare di più gli immigrati” sembra sottintendere che l’attuale amministrazione eserciti già sulle persone immigrate un certo controllo, diverso rispetto a quello riservato alla popolazione generale.

Tutto ciò premesso:
CHIEDO AL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA E ALL’ASSESSORA ALLE POLITICHE SOCIALI

1. se non si ritenga una discriminazione di stampo razzista collegare l’immigrazione all’insicurezza del territorio;
2. cosa si intenda con l’espressione “controllare di più gli immigrati”;
3. con quale criterio sono state formulate le domande atte a descrivere le condizioni di vita delle famiglie trentine;
4. se e in quale misura l’Assessorato e il Dipartimento alle politiche sociali siano state coinvolte nella definizione del questionario;
5. quale sia la modalità di campionamento per la citata indagine;
6. quante domande sono riferite alla reale condizione economica e sociale rispetto a quelle sul degrado e la sicurezza.

PAOLO ZANELLA
Gruppo consiliare FUTURA

ARTICOLI RECENTI

Primo appuntamento del percorso congressuale di Futura

Primo appuntamento del percorso congressuale di Futura

Martedì 11 maggio alle 20.30 Futura inaugura il suo percorso congressuale: il primo appuntamento è “Fotografie (mosse) dal mondo” con ospite il filosofo-attivista e imprenditore sociale Lorenzo Marsili. Dopo il suo intervento di apertura, spazio alla discussione!...

leggi tutto

COMUNICATI

Archivio mensile

Teniamoci in contatto!

  1. Luoghi di Futura
  2.  » 
  3. Consiglio provinciale
  4.  » SICUREZZA E IMMIGRATI NELL’INDAGINE DELLA PROVINCIA: BINOMIO DISCRIMINATORIO