1. Home
  2.  » 
  3. Futura è
  4.  » Flavia Frigotto

Flavia
Frigotto

ASSESSORA ALLA CULTURA, POLITICHE SOCIALI E SANITÀ 

Caderzone Terme

flaviafrigotto@live.it

 

 

FUTURA è
comprensione

Sono nata a Tione di Trento nel 1970.

Dal 2015 sono Assessora alla Cultura, alle Politiche sociali e alla Sanità per il Comune di Caderzone Terme – dal 2018 rappresento Futura.

Rimasta orfana in giovane età, ho dovuto rinunciare agli studi per lavorare e garantire un sostentamento alla mia famiglia.

Nonostante questo, ho sempre mantenuta inalterata la curiosità per la conoscenza.

La mia predisposizione verso la cura degli altri mi ha permesso di entrare nel mondo dell’assistenza sanitaria dividendomi tra lavoro e frequentazione di corsi specifici che mi hanno permesso di acquisire una preparazione d’eccellenza.

Dopo il matrimonio mi sono trasferita a Caderzone Terme, paese natale di mio marito.

Qui mi sono inserita molto bene entrando nel mondo del volontariato sociale, diventando consigliera della proloco, corista del coro parrocchiale, salmista e lettrice.

Dopo 24 anni in casa di riposo ho deciso di tentare nell’assistenza domiciliare, un’esperienza che porto ancora nel cuore grazie ai legami che ho intrecciato.

Nel 2010, dato il mio impegno nel volontariato e nel sociale, mi è stato proposto di candidarmi alle amministrative con la lista civica “Gente Comune”; una bella sfida, in un paese poco avvezzo ad elogiare donne che si espongono così apertamente.

La mia lista non è stata premiata e per cinque anni ho fatto esperienza tra le fila dei consiglieri di minoranza imparando come si amministra il bene pubblico.

Nel frattempo ho deciso di iscrivermi alle scuole serali e di portare a termine il corso di “Amministrazione, Finanza e Marketing” arrivando ad ottenere con sacrificio e ottimi risultati il diploma che sin da piccola aveva sognato.

Nel 2015 mi è stata riproposta la candidatura. Questa volta la mia lista ha vinto grazie al grande impegno profuso durante la precedente legislatura. Dato l’obbligo di inserire una donna in Giunta mi è stato offerto il mio attuale incarico di Assessora. Svolgo il mio ruolo con il massimo impegno, tanto da aver deciso di licenziarmi per dedicarmi totalmente al mondo amministrativo.

La mia più grande impresa è stata portare a Caderzone Terme il primo corridoio umanitario “autogestito” traendo in salvo una famiglia siriana di due adulti e cinque bambini provenienti da un campo profughi.

L’approccio col mondo dell’immigrazione è stata trampolino di lancio per l’entrata nelle Associazioni cittadine che si occupano di collaborazione internazionale e di accoglienza stranieri. Da pochi anni, infatti, sono sia nel direttivo di IPSIA che di ATAS.

Con il progetto del corridoio umanitario ho ricevuto il primo premio promosso dalla Fondazione Trentina per il Volontariato sociale.

Teniamoci in contatto!

Archivio mensile